Crea sito
Martedì 17 Ottobre 2017

Utenti Registrati

Chi è online

Abbiamo 44 visitatori e nessun utente online

L'Associazione Culturale PARTECIPAZIONE è socio fondatore della Fondazione Valle Bene Comune
L'Associazione Culturale PARTECIPAZIONE è è socio del Forum Nazionale Salviamo il Paesaggio

Appuntamenti

Ottobre 2017
L M M G V S D
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /membri/partecipazione/joomla/plugins/content/plg_imagesized/plg_imagesized.php on line 88

Warning: Creating default object from empty value in /membri/partecipazione/joomla/plugins/content/plg_imagesized/plg_imagesized.php on line 91

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /membri/partecipazione/joomla/plugins/content/plg_imagesized/plg_imagesized.php on line 96

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Nei giorni scorsi il FMI ha riconosciuto che dopo anni di austerità imposti alla Grecia la situazione è decisamente peggiorata.

Ma non è forse quello che hanno ripetuto ossessivamente TSipras ed il suo Governo?

Nei giorni scorsi il FMI ed i rappresentanti delle altre potenze creditrici hanno riconosciuto che la situazione della Grecia è tale che senza una riduzione o almeno una ristrutturazione del debito qualsiasi misura o sacrificio sarà inutile per giungere ad un risanamento.

Ma non è forse quello che hanno ripetuto ossessivamente TSipras ed il suo Governo e l'apparente motivo per cui sono stati costretti all'angolo?

Ed i creditori, quando hanno concesso i prestiti, conoscevano benissimo la situazione del Paese ellenico.

Qual'é stato, allora, fin dall'inizio il vero obiettivo della Troika?

Sempre più evidente sembra emergere il vero scopo del "teatrino" allestito dalle componenti della Troika e, in particolare, dal FMI: Abbattere il goverdo TSipras che rischia di mettere in discussione gli "equilibri" (o meglio "i vantaggiosi squilibri") attuali.

L'unica speranza, e non solo per la Grecia, è che il popolo, al momento del voto referendario (in queste ore) non si lasci intimidire dalle indebite ed insidiose pressioni che sta subendo.

Per il resto si affidi al vecchio proverb io "dai nemici mi guardo io ma dagli amici mi guardi Dio".

 

Questo sito utilizza i cookies per gestire al meglio l'autenticazione, la navigazione ed altre funzioni. L'utilizzo del sito comporta l'accettazione di tali cookies sul tuo dispositivo. Cliccando su Chiudi si accettano i cookies.

Informativa estesa sull'uso dei cookie